POR FESR Emilia Romagna: "Bando per la transizione digitale delle imprese artigiane"

(2110_BGEN)

POR FESR Emilia Romagna: “Bando per la transizione digitale delle imprese artigiane”

Descrizione e Obiettivi

La regione Emilia-Romagna indice questo bando per concedere dei finanziamenti a fondo perduto alle imprese artigiane che vogliono avviare progetti di innovazione tecnologica e digitale al fine di aumentare la loro efficienza, ridurre gli impatti ambientali, rafforzare il loro posizionamento nella filiera di cui fanno parte.

Chi può partecipare

Il bando si rivolge alle imprese artigiane che:

  • appartengono al settore manifatturiero (sezione C del Codice Ateco);
  • svolgono la propria attività in una catena del valore a cui appartengono una o più imprese manifatturiere.

Tali imprese devono avere l’unità locale o la sede operativa in Emilia-Romagna.

Entità del contributo

Il contributo concedibile copre il 40% delle spese ammissibili e può arrivare fino a un massimo di 40.000 € a fondo perduto.

La copertura può raggiungere il 45% delle spese ammissibili se:

  • il progetto ha una ricaduta positiva sull’occupazione dell’impresa;
  • l’impresa è a prevalenza femminile e/o giovanile in termini di partecipazione finanziaria al capitale sociale;
  • l’impresa ha un fatturato annuo uguale o maggiore a 2 milioni di euro ed è in possesso del rating di qualità;
  • l’impresa opera in aree montane o nelle aree della regione comprese nella carta nazionale degli aiuti di Stato.

L’investimento complessivo per la realizzazione degli interventi proposti dovrà avere una dimensione non inferiore a 30.000 €.

Spese ammissibili

  • acquisto di beni strumentali, di software e licenze d’uso direttamente funzionali al progetto;
  • spese di consulenza per la definizione delle strategie di innovazione organizzativa, di processo e di direzione o per l’introduzione delle tecnologie 4.0;
  • costi del personale dedicato all’acquisizione delle competenze necessarie per gestire le innovazioni.

Gli interventi ammissibili devono essere realizzati tra il 1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021.

Interventi ammissibili

  • introduzione/implementazione di almeno una delle 9 tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0 (Internet delle cose, Big data analytics, Integrazione orizzontale e verticale dei sistemi, Simulazioni virtuali, Robotica, Cloud computing, Realtà aumentata, Stampanti 3d, Cybersecurity);
  • adattamento e connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti ad almeno una delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
  • adozione di altre soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione delle funzioni delle piattaforme e delle applicazioni digitali per la gestione dei rapporti tra i componenti, relative alla progettazione, esecuzione, logistica e manutenzione.

Quando partecipare

Le domande devono essere presentate tra le ore 10.00 del 13 aprile 2021 e le ore 13.00 del 20 aprile 2021. La rendicontazione delle spese deve essere inviata entro il 28 febbraio 2022.

Per altre informazioni contattaci

Privacy

Share This